Resti fossili sul Monte Coscerno

L’ammonite è un fossile costituito dal guscio di una conchiglia che viveva nel mare, deve il suo nome alla forma particolare che la contraddistingue. Già il romano Plinio il Vecchio vi aveva visto infatti un corno spiraliforme, chiamandola “corno di Ammone” dal dio egizio Amon, che era rappresentato appunto come un montone.

I rinvenimenti di questi fossili all’interno delle rocce del Monte Coscerno (Monteleone di Spoleto, PG) hanno permesso di individuarne principalmente 3 tipi.

I resti fossili, coevi come tempo geologico, hanno come caratteristiche comuni quelle di essere associabili ad un mare caldo, poco profondo (massimo 500 metri) e poco lontano dalla costa.

 

ammonite - Hildaites exilis Nome scientifico Hildaites exilis
Età 180 milioni di anni fa
Tempo geologico Toarciano Inferiore (Giurassico Inferiore)
Descrizione Dimensione massima di 3,5 cm
Morfologia appiattita

 

 

 

ammonite - Hildaites eremitensis Nome scientifico Hildaites eremitensis
Età 180 milioni di anni fa
Tempo geologico Toarciano Inferiore (Giurassico Inferiore)
Descrizione Dimensione massima di 6,5 cm

 

 

ammonite - Martanites Nome scientifico Martanites
Età 180 milioni di anni fa
Tempo geologico Toarciano Inferiore (Giurassico Inferiore)
Descrizione Dimensione massima di 6 cm

 

Rispondi